REPORT 1° TAPPA CAMPIONATO ITALIANO – MINIAUTODROMO CITTA’ DI CUNEO

REPORT 1° TAPPA CAMPIONATO ITALIANO – MINIAUTODROMO CITTA’ DI CUNEO

Stampa

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

REPORT 1° TAPPA CAMPIONATO ITALIANO

MINIAUTODROMO CITTA’ DI CUNEO

 

 

Buonasera gente, come da calendario, nei giorni 10 e 11 Maggio 2014 si è svolta presso il miniautodromo Città di Cuneo la 1° delle 3 tappe del campionato Italiano Moto 1:5 nelle categorie di Nitrobike, Superbike, Stockbike e la neonata Juniorbike che ha riscosso un grande successo con un numero di iscritti ufficiale di 12 piloti.


Partiamo subito parlando del circuito e dello staff della pista che ringrazio personalmente e a nome di tutti i partecipanti per averci regalato 2 giornate davvero ben organizzate nonostante gli inevitabili intoppi tecnici che non mancano mai. Ottima struttura con servizi completi e puliti e bar ben fornito ed efficiente, come lo staff disponibile e rapidissimo nell’intervento di pulizia pista che veniva sporcata spesso da foglie e pollini portati dal vento. BRAVI

Il tracciato di questa pista risulta essere molto tecnico e abbastanza difficile, in quanto è un susseguirsi di curve anche molto strette e nel centro della pista c’è un misto veloce con una chicane davvero stretta che mette in difficoltà la maggior parte dei piloti, tutto sommato la mia personale impressione è stata di una pista molto complessa in primo approccio, ma davvero molto molto divertente in un secondo momento, davvero interessante.

L’asfalto, grazie anche ad un recente trattamento di manutenzione svolto dallo staff della pista, ha presentato un buon grip durante entrambe le giornate, anche alle temperature leggermente più basse del sabato e ai pollini e polveri depositati dal forte vento di Domenica.

Nella giornata di Sabato sono state svolte nella mattinata le prove libere per far familiarizzare i piloti con la pista, poi intorno a mezzogiorno sono state svolte le prove cronometrate nelle quali si stilava una “classifica” qualitativa dei piloti in base alla miglior prestazione registrata tramite i 3 giri consecutivi più veloci.

Successivamente nel pomeriggio di Sabato sono state svolte 2 delle 3 manche di qualifica per ogni categoria, e l’ultima manche si è svolta nella prima mattinata di Domenica.

Parliamo subito di SuperBike che ha regalato a tutti i piloti sotto ai box e agli spettatori uno spettacolo ineguagliabile, spicca la a dir poco Ottima prestazione di Ottina Andrea, pilota di casa, che nella prima manche di qualifica ha totalizzato ben 23 giri e per un solo secondo non è riuscito a realizzarne il 24esimo, difatti questa pole realizzata da Andrea è rimasta imbattuta nelle successive manche.

Problemi invece per Simone Nascosti, che ricordiamo essere il vincitore del warmup disputatosi il mese precedente in questa stessa pista, dovuti ad una scelta errata della mescola delle gomme, nonostante tutto, Simone, nella terza manche di qualifica svoltasi nella mattinata di Domenica, è riuscito ad accaparrarsi la seconda posizione nella griglia di partenza grazie ad un’ottima prestazione di 23 giri con soli 4 secondi di distacco dalla prestazione di Ottina. Davvero bravo Simone dato che non era facile realizzare questa performance la Domenica mattina con un’asfalto sicuramente più freddo ed umido del Sabato pomeriggio.

Il terzo posto sulla griglia di partenza invece se lo aggiudica in maniera più che meritata Andrea Baroni, il quale, considerando che era la prima volta a girare su questo circuito, ha realizzato la sorprendende prestazione di 23 giri con solo 10 secondi di distacco dalla pole di Ottina, bravo Baroni!

Così in griglia:

ANDREA OTTINA – Nuova Faor SF601 – 23 giri

SIMONE NASCOSTI - Nuova Faor SF601 – 23 giri

ANDREA BARONI – RGevolution EVO4R – 23 giri

MICHELE REPETATI – RGevolution EVO4R – 23 giri

DAVIDE MASSIMINO – Nuova Faor SF601 – 22 giri

VERNA MARCO – Moto Autocostruita – 22 giri

VITO ZIZZI – RGevolution EVO4R - 19 Giri

SANDRO PIANGATELLI – Twister – 18 giri

ANDREA PRESCIUTTI – Twister – 16 giri


Anche nella StockBike Andrea Ottina ha primeggiato aggiudicandosi la pole con 22 giri in 8:13 secondi,  seguito in seconda posizione dal campione italiano StockBike 2013 Fabio Tosti con 21 giri in 8:05 secondi, in terza posizione troviamo un rinato Alessandro Cannone che dopo il recente periodo di silenzio, fa tornare a parlare di se registrando una performance di 21 giri con soli 3 secondi di ritardo rispetto a Tosti.

Così in griglia:

ANDREA OTTINA - Nuova Faor SF601 – 22 giri

FABIO TOSTI – RGevolution EVO4R – 21 giri

ALESSANDRO CANNONE - Nuova Faor SF601 – 21 giri

DARIO COSTI – Moto Autocostruita – 21 giri

VITO MASI – Rgevolution EVO4R – 18 giri

MARIO NELLI – 15 giri

FRANCESCO MONOPOLI – 13 giri


Parliamo ora della NitroBike, nella giornata di Sabato diversi piloti hanno riscontrato problemi con i motori ed i setup in generale, tra cui Nascosti, vincitore del warmup, che a causa della mescola errata delle gomme è riuscito fino a sabato sera a posizionarsi solo secondo lasciando temporaneamente la pole a Giovannini il quale ha completato 22 giri; ma la mattina seguente, sostituite le gomme è riuscito a ribaltare la situazione segnando una prestazione di 22 giri ma con 5 secondi in meno di Giovannini, allo stesso modo anche Ciccacci la domenica mattina ha segnato 22 giri con un secondo in meno di Giovannini che gli ha permesso di prendere la seconda posizione in partenza lasciando a Giovannini il terzo posto.

Così in griglia:

SIMONE NASCOSTI – Nuova Faor SF701 – 22 giri

MASSIMILIANO CICCACCI - Nuova Faor SF701 – 22 giri

MARCO GIOVANNINI – RGevolution EVO4 – 22 giri

MICHELANGELO MUSACCHIO - Nuova Faor SF701 – 21 giri

LUCA TRAMELLI – RGevolution EVO4 -  20 giri

MAURO CAVALLARI – RGevolution EVO4 – 19 giri

MARIO FARINA – RGevolution EVO3.1 – 16 giri


Ottimo successo per la categoria Juniorbike che ha fatto registrare il numero di 11 iscritti presenti in pista, la categoria più numerosa della giornata.

Oltre al già noto Filippo Gerini, ottimo pilota neofita in quanto vincitore del trofeo Nuova Faor svoltosi ad Arezzo, è emerso un nuovo talento, che con pochissimi mesi di esperienza alle spalle, ha fatto registrare performance strepitose, parliamo di Matteo Bozzoni, vincitore anche del warmup svoltosi in questa pista, che strappa la pole dalle mani di Filippo registrando una prestazione di tutto rispetto con 22 giri in 8:12, Segue Filippo Gerini con 22 giri ma 8 secondi di ritardo rispetto Bozzoni e il terzo posto nella griglia se lo porta a casa il giovanissimo pilota Monopoli Vito con 21 giri il quale considerata la giovane età va davvero fortissimo, Bravo Vito!!

C’è da aggiungere l’ottima prestazione di Daniel Massimino, pilota di casa, che con soli 5 mesi di esperienza ha dimostrato ottime capacità e ci si aspetta di vederlo presto sul podio. Bravo Daniel!!

Così in griglia:

MATTEO BOZZONI – Nuova Faor SF601 – 22 giri

FILIPPO GERINI – Nuova Faor SF601 – 22 giri

VITO MONOPOLI – RGevolution EVO3.1 – 21 giri

LORIS BASSANO – Nuova Faor SF601 – 20 giri

DANIEL MASSIMINO – Nuova Faor SF601 – 20 giri

FRANCO OSENDA – Nuova Faor SF601 - 20 giri

MASSIMO LIBERATI – Nuova Faor SF601 – 20 giri

SIMONE AMEDEI – 19 giri

MARIO MOLINARI – Nuova Faor SF601 – 19 giri

ANDREA GALASSO – Nuova Faor SF601 – 18 giri

PIERLUIGI DE AMICIS – Nuova Faor SF601 – 18 giri


Nelle Finali svolte nella giornata di Domenica a cavallo dell’ora di pranzo, c’è stato spettacolo puro in SuperBike dove c’è stato un testa a testa tra i piloti Ottina e Nascosti, infastiditi non poco dal velocissimo Baroni che ha lasciato tutti con il fiato sospeso, si può dire che è stata la gara più emozionante della giornata.

Ottina riesce a portarsi a casa 2 delle 3 finali, cedendone una al compagno di Team Nascosti, Baroni messo alle strette nel tentativo di strappare il secondo posto a Nascosti, commette qualche errore di troppo, lasciando il terzo posto al compagno Repetati, davvero un peccato per Baroni che aveva dimostrato di essere davvero molto competitivo.

Così all’arrivo:

ANDREA OTTINA – Nuova Faor SF601 – 1170 punti

SIMONE NASCOSTI - Nuova Faor SF601 – 1140 punti

MICHELE REPETATI – RGevolution EVO4R – 960 punti

ANDREA BARONI – RGevolution EVO4R – 930 punti

DAVIDE MASSIMINO – Nuova Faor SF601 – 900 punti

VITO ZIZZI – RGevolution EVO4R – 720 punti

SANDRO PIANGATELLI – Twister – 690 punti

ANDREA PRESCIUTTI – Twister – 600 punti

VERNA MARCO – Moto Autocostruita – 540 puntipunti

 

 

 


StockBike, Andrea Ottina, carico in questa giornata di campionato vola indisturbato in tutte e 3 le finali, seguito da Fabio Tosti che conquista la seconda posizione in 2 finali, cedendola per una al sorprendente Alessandro Cannone che arriva terzo, questo l’ordine di arrivo:

ANDREA OTTINA - Nuova Faor SF601 – 1200 punti

FABIO TOSTI – RGevolution EVO4R – 1080 punti

ALESSANDRO CANNONE - Nuova Faor SF601 – 1050 punti

DARIO COSTI – Moto Autocostruita – 900 punti

VITO MASI – Rgevolution EVO4R – 870 punti

MARIO NELLI – 750 punti

FRANCESCO MONOPOLI – 660 punti

 

 

 


Finali NitroBike completamente dominate dal campione Italiano dello scorso anno Simone Nascosti che indisturbato ha primeggiato in tutte e 3 le finali, secondo posto a Tramelli Luca che è salito di 2 posizioni rispetto alla qualifica anche grazie ai numerosi problemi ai motori avuti sia da Musacchio che da Giovannini il quale è riuscito a strappare la terza posizione mantenuta fino alla 3 manche da Massimiliano Ciccacci con un ExEquo, infatti i due piloti, Ciccacci e Giovannini, hanno concluso le 3 finali a pari punteggio facendola spuntare a Giovannini che nella seconda manche ha ottenuto la miglior prestazione di un secondo posto mentre Ciccacci solo terzo.

Così all’arrivo:

SIMONE NASCOSTI – Nuova Faor SF701 – 1200 punti

LUCA TRAMELLI – RGevolution EVO4 – 1080 punti

MARCO GIOVANNINI – RGevolution EVO4 – 960 punti

MASSIMILIANO CICCACCI - Nuova Faor SF701 - 960 punti

MICHELANGELO MUSACCHIO - Nuova Faor SF701 – 840 punti

MAURO CAVALLARI – RGevolution EVO4 – 810 punti

MARIO FARINA – RGevolution EVO3.1 – 660 punti

 

 

 


Nelle finali JuniorBike Filippo Gerini si è fatto valere conquistando il gradino più alto del podio, mentre 2 piloti assenti nella giornata di sabato per impegni personali, Massimo Liberati e Loris Bassano, hanno stravolto la classifica generata dalle qualifiche di Sabato sera conquistando rispettivamente il secondo ed il terzo posto del podio.

Davvero un peccato per Bozzoni, vincitore del warmup, e Monopoli che in qualifica avevan fatto pensare a tutti che sarebbero andati sul podio, sarà per un’altra volta.

Così all’arrivo:

FILIPPO GERINI – Nuova Faor SF601 – 1080 punti

MASSIMO LIBERATI – Nuova Faor SF601 – 1020 punti

LORIS BASSANO – Nuova Faor SF601 – 990 punti

VITO MONOPOLI – RGevolution EVO3.1 – 960 punti

MATTEO BOZZONI – Nuova Faor SF601 – 930 punti

DANIEL MASSIMINO – Nuova Faor SF601 – 840 punti

FRANCO OSENDA – Nuova Faor SF601 – 690 punti

ANDREA GALASSO – Nuova Faor SF601 – 580 punti

MARIO MOLINARI – Nuova Faor SF601 – 560 punti

SIMONE AMEDEI – 480 punti

PIERLUIGI DE AMICIS – Nuova Faor SF601 – 450 punti

 


Vorrei aggiungere che nella giornata di Venerdì abbiamo ricevuto la visita di una trasmittente locale che ha intervistato alcuni piloti e costruttori. In basso il video del servizio andato in onda Venerdì sera alle 20 in un canale locale.

http://youtu.be/4JwHwXfTxUE

 

Infine voglio ringraziare il nostro Direttore di gara Massimiliano Cerquetani, che svolge in maniera impeccabile un lavoro che definirei ingrato, in quanto per restare obiettivo imparziale e severo, spesso è soggetto a critiche anche molto pesanti, e nonostante tutto riesce a svolgere questo ruolo pesante a livello di stress mentale, restando sempre attivo e sorridente. Difatti tra i membri della commissione si è scelto di premiare per una volta anche lui per questo faticoso lavoro del quale si carica, con un trofeo simbolico consegnatogli durante il briefing di Sabato. Bravo Max.

 

 

Un'altro ringraziamento particolare va ad Andrea Ottina che tramite la sua azienda "Ottina termoidraulica" ha gentilmente offerto i trofei per questa gara, e devo dire che sono i trofei più belli che io abbia visto in una gara rc. Grazie Andrea.

Mi scuso per eventuali sviste dimenticanze ed errori, ma in quanto pilota non sono riuscito a seguire tutto sempre ed alla perfezione. Grazie.


Michelangelo Musacchio